Durante i lunghi pomeriggi d'inverno è bello fare il pane in casa, specialmente se non devi metterti a seguire troppo l'impasto come si faceva un tempo. Io ho comprato una macchina del pane e me la sono portata nella stanza dove lavoro al Pc, così mentre lei lavora, io m'inebrio di profumi deliziosi, ed in più mi riscalda l'ambiente!

Oggi vediamo come fare un buon pane integrale utilizzando una classica macchina del pane, quella per il pane "a cassetta", tanto per capirci.

Ingredienti:

300 ml d'acqua minerale a temperatura ambiente
1 cucchiaio e mezzo di olio extra vergine d'oliva
100 ml di latte intero a temperatura ambiente
500 gr di farina integrale
100 gr di farina di semola
1 cucchiaino e mezzo di sale fino
1 cucchiaino di zucchero semolato
Mezzo cucchiaio di lievito di birra in polvere disidratato, lo "yeast" tipo Mastro Fornaio per pizze e focacce

Procedimento:

Dunque, dopo aver pesato con precisione maniacale gli ingredienti di cui sopra, passiamo col metterli nel cestello della nostra macchina del pane. Non vanno aggiunti a casaccio, ma seguendo alcune semplici regole. La prima è quella di non far toccare il lievito col sale, altrimenti perde di forza.
Ma ci arriveremo subito.

Procedete così: mettete prima i liquidi (acqua, latte, olio), poi fate andare sopra i liquidi le due farine, senza mescolare, fatele solo andare sopra, poi la macchina farà tutto il resto.
Fatto ciò, praticate col dito due piccoli buchi nelle farine, non troppo profondi da toccare i liquidi, ben distanziati tra di loro, uno a destra e l'altro a sinistra. In uno metterete solo il sale, nell'altro invece potrete mettere lievito e zucchero insieme.
Guardate, io ho fatto così.


Questo è un ottimo trucco se si vuole lasciare l'impasto nella macchina del pane e programmarne l'accensione dopo qualche ora: in questo modo il lievito non rimarrà in contatto con il sale e non perderà di forza lievitante.
Mi raccomando, badate che gli ingredienti siano a temperatura ambiente e non freschi di frigo: questo soprattutto se volete accendere subito la macchina del pane. Una temperatura d'ambiente e non di frigo aiuterà la lievitazione e la lavorazione dell'impasto.

Prima che inizi il secondo ciclo di impasto potrete aggiungere un po' di semini (girasole, papavero, sesamo, zucca). Io mi trovavo in casa dei semi di papavero e ne ho aggiunti 3 cucchiai colmi e poi anche del pistacchio triturato, che mi era avanzato da una ricetta precedente. Devo dire che il pistacchio in questo pane è stato proprio una bella sorpresa, lo utilizzerò più spesso!
Attenti a non aprire il coperchio durante la lievitazione o durante la cottura: sarebbe un disastro!
La mia macchina mi avverte con alcuni beep quando è il momento di aggiungere semini senza fare danni, e credo che anche nelle vostre ci sia questo avviso sonoro, quindi prestatevi orecchio!

Un volta sfornato (ci sarà bisogno di almeno 3 ore / 3 ore e mezza) fatelo riposare 5 minuti nel cestello ma fuori dalla macchina del pane, poi toglietelo dal cestello e fatelo evaporare per altri 5 minuti. Passato questo tempo, tagliatelo in due per facilitare l'uscita del vapore: in questo modo si asciugherà meglio.


Dài che ce la fate, le prime volte con la macchina del pane sono state drammatiche anche per me, ma non bisogna scoraggiarsi! Imparerete dai vostri errori e vi accorgerete che ogni nuovo tentativo è stato migliore del precedente!
Un saluto, ci becchiamo alla prossima ricetta!

Share on Google Plus

Ti potrebbero interessare anche:

    Blogger Comment
    Facebook Comment

31 commenti :

  1. queste foto mi daranno la carica per iniziare a rifare il pane in casa, quello mintegrale che è speciale, ma soprattutto per il piacere di sentire i profuni di una volta che inondano la cuciba, riportando alla memoria tempi lontani, antichi..... vissuti........
    nadiab55

    RispondiElimina
  2. Si è una bella cosa farlo in casa, ricomincia e non te ne pentirai!

    RispondiElimina
  3. ciao! :) oggi ho provato a farlo,ho seguito alla lettera la tua ricetta (non ho aggiunto semi di alcun tipo) ho usato il programma pane integrale.......ma è uscito un mattoncino evidentemente un po' crudino e gnucco da morire......ma dove ho sbagliato secondo te? D:
    buona serata
    chiara

    RispondiElimina
  4. Ciao Chiara, non so cosa vuol dire precisamente "gnucco", ma posso immaginare... :D
    Non saprei, il tuo pane gnucco assomiglia a quello delle foto? Solitamente i pani di farina integrale sono sempre un po' più umidi e "pesanti" di quelli bianchi, ma devono comunque essere mangiabili e buoni. Dunque che dirti? Sei sicura di aver dosato bene il lievito? Hai forse usato una bustina già aperta in precedenza? In questo caso il tuo lievito potrebbe aver perso un po' di vivacità. Poi non so, hai avuto cura di non aprire mai il coperchio della macchina del pane durante la lievitazione e per tutto il ciclo della cottura? Il pane si sgonfierebbe! La prossima volta prova magari a cambiare la marca degli ingredienti principali.
    Per chiudere, come dico sempre, con il pane bisogna tener duro,perchè le prime volte riesce sempre male. Quindi coraggio, la prossima volta sarà migliore! :D

    RispondiElimina
  5. vuol dire duro..nono quello nelle tue foto è invitante..il mio assomigliava ad una mattonella :) ecco,l'unica cosa è che ho usato una bustina gia aperta!!! perchè per il resto non ho fatto nulla,nemmeno aprire il coperchio per mettere i semi!
    a proposito, ho una domanda: mentre la macchina impasta,proprio all'inizio..se rimane un po' di farina o di impasto sui lati del contenitore..posso intervenire? :)

    RispondiElimina
  6. Come sarebbe a dire che hai usato una bustina di lievito già aperta? Sei folle, mi cadi sui fondamentali! E io che mi sono scervellato ore ed ore cercando di capire dove potessi aver sbagliato! Ahahahahahah!!!
    Se ci riprovi fammi sapere come va! Un abbraccio! :D

    RispondiElimina
  7. aaaaaaaaaaah! :) eh che devi sapere che nei dolci ne uso una intera, e negli impasti salati...uso quello di birra,che mi passa il mio panettiere di fiducia! :)per cui quella bustina...potrebbe essere stata aperta quando hanno aperto la breccia di porta pia!..e poi mia mamma mi ha insegnato a fare tutto a mano (per dirti,le uova le montiamo a forza di sbattere,sbattere,sbattere...) per cui manualità e occhio ottimi......ma con le macchine ci litigo sempre!!
    in settimana mi rimetto sotto e ti faccio sapere!
    buon weekend!! :D:D

    RispondiElimina
  8. Io faccio il pane integrale però non capisco perchè quando comincia a scaldare si sgonfia.Questo senza che io apra il coperchio.Qualcuno può darmi un consiglio?

    RispondiElimina
  9. Fantastico !!!! ho seguito la ricetta passo per passo ed è venuto buonissimo già alla prima volta !!!! ho solo sostituito il lievito in polvere con circa 2 gr di lievito fresco diluito in un cucchiaio di acqua tiepida prevedendo un disastro totale ed invece mai mi sarei aspettato un risultato simile.
    grazie ancora per la ricetta!!!!
    Enrico

    RispondiElimina
  10. Ciao e complimenti per il post sul pane!
    Vorrei chiederti se sai come realizzare lo stesso pane con il programma "veloce" che dura 1ora e 40min ca. Ho una macchina Termozeta Fornarina e vorrei capire come realizzare il pane integrale con questa modalità e sempre con il lievito in polvere (non va disciolto nell'acqua come indicato sulla confezione? Devo inserirlo comunque secco come da tua indicazione?) Ti ringrazio in anticipo e a presto!

    RispondiElimina
  11. Ah, dimenticavo un ultima domanda: per la cottura rapida è possibile inserire nell'impasto iniziale i semini? Te lo chiedo perchè non esiste un "secondo beep" per questo tipo di programma.
    Grazie.

    RispondiElimina
  12. Ciao Anonimo.
    Dunque, partiamo dalla fine, rispondo alle tue domande partendo dall'ultima. I semini puoi aggiungerli a metà impasto, l'importante è che non alzi il coperchio della macchina quando questa si scalda, perchè rovineresti la crescita dell'impasto.
    Il lievito di birra in polvere può essere aggiunto così com'è, dunque in polvere, io lo metto vicino al cucchiaino di zucchero (lo zucchero aiuta la lievitazione) e mai vicino al sale (che, al contrario lo "ucciderebbe").
    Invece, per quanto riguarda la tua prima domanda non saprei risponderti. Mi chiedo come sia possibile fare il pane in un'ora e 40'. Bisogna dare tempo all'impasto di lievitare. Il programma "veloce" non lo ho e non so a cosa serva. Se riesci a documentarti altrove fammi sapere, sono curioso.
    Spero di essere stato sufficientemente chiaro nelle risposte.
    Alla prossima! ;)

    RispondiElimina
  13. Grazie per la tua risposta immediata. Ho fatto come mi hai suggerito con l'unica differenza che di lievito ne ho messo quasi metà bustina invece che tutta (pensavo che per soli 500gr di farina andasse bene) ma vedo che infatti non sta "gonfiando" come dovrebbe. Ora aspetto che termini la cottura dell'ammassetto che non ha lievitato per provare ad assaggiarlo (speriamo bene) e farne un altro nei prossimi giorni.

    RispondiElimina
  14. mi correggo: 400 gr di farina!

    RispondiElimina
  15. Ok, tienimi aggiornato! Non scordarti!

    RispondiElimina
  16. Guarda, il tuo "dopo aver pesato con precisione maniacale" mi ha conquistato, compreso l'incoraggiamento finale. Della farina che ho sprecato nei primi 10 tentativo rientrerò economicamente nel 2015. Ti faccio quindi un paio di domande:
    1. Per metà pane posso semplicemente dimezzare le dosi?
    2. Posso sostituire la farina di semola con quella bianca, magari in proporzioni diverse?
    3. Per me l'ostacolo più arduo è stato l'uso del lievito in polvere. Un disastro, l'ho buttato tutto per stizza. Se (come faccio di solito) sciolgo un cubetto di lievito di birra fresco nell'acqua, il risultato non cambia?

    Grazie mille!
    a.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao A.,
      passo subito alle risposte:
      1 - non ti consiglio di fare metà pane: il cestello e i tempi di impasto e cottura sono solitamente tarati per impasti prestabiliti, specialmente nelle macchine del pane domestiche, quindi ti consiglio di preparare la ricetta intera.
      2 - Si puoi sostituirla!
      3 - Puoi tranquillamente sciogliere il lievito di birra nell'acqua tiepida (occhio alle quantità: 300 ml d'acqua tiepida e 3/4 di cubetto di lievito). E poi procedi come descritto nella ricetta, seguendo l'ordine degli ingredienti!
      Con precisione maniacale, s'intende!
      Tienimi aggiornato sui risultati, ciao! :)

      Elimina
  17. Ciao,,, grazie per la ricetta, e sopratutto per la ottima frase " precisione maniacale" , in questo momento sono a mettà dal inizio ed la prima volta che faccio il pane ,,,,,, ma leggendo ho capito che non mi riuscirà perchè ho usato una bustina APERTA,, credo che in cucina non bisogna risparmiare ,,, lezzione imparata!

    RispondiElimina
  18. Ciao, grazie mille della ricetta. Sono assolutamente nuova nella creazione del pane, comincio da zero e con la macchina :p Oggi sono andata a comprare la farina e non ho trovato quella puramente integrale quindi ho comprato dei preparati pronto del Molino Rossetto cioè: "Preparato per pane con Kamut biologico" 400g, "Preparato per pane alla segale" 500g e "Farina macinata a pietra, Grano tenero" 500g.
    La mia domanda è: quali liquidi e che quantità devo usare?
    Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, dunque io solitamente non preferisco i 'preparati pronti' anche se si tratta di farina autolievitante.
      Ti consiglio comunque di arrivare sempre a 600 gr. di farina totale, come nella mia ricetta, aggiungendo farina doppio zero fino a raggiungere i 600 grammi. Poi continui seguendo la ricetta.

      Elimina
  19. Ciao, la mia macchina ha l'opsione del formato per la pane, cioe 3 uno per 500 gr. 750gr e per 1 kg di pane. Con questi ingredienti della vostra ricetta in quale peso la devo mettere?
    Grazie

    RispondiElimina
  20. ciao oggi ho provato a fare il pane con la macchina è solo ke quando ha iniziato a cuocere si è sgonfiato e nn so come mai, lei nn sa mica cosa ho sbagliato??
    grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei: hai aperto il coperchio per controllare? Questo farebbe sgonfiare il pane.
      Oppure hai messo del lievito vecchio...

      Elimina
  21. Una idratazione al 70%... suvvia lascia perdere.

    RispondiElimina
  22. Scusa l'ignoranza, io hobusato il lievito secco attività in granuli, che ho attivato con acqua tiepida e poco miele....Devo farlo oppure devo metterlo asciutto nel recipiente in dotazione alla macchina del pane?

    RispondiElimina
  23. Scusa l'ignoranza, io hobusato il lievito secco attività in granuli, che ho attivato con acqua tiepida e poco miele....Devo farlo oppure devo metterlo asciutto nel recipiente in dotazione alla macchina del pane?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non c'è molta differenza: se lo metti già attivato in acqua tiepida (tiepida, tiepidissima, se no lo uccidi) e miele lo usi già 'attivato'. Se invece lo lasci asciutto in granuli, ci penserà l'acqua dell'impasto ad attivarlo, visto che la Macchina del Pane lo impasterà ad una temperatura leggermente tiepida nel cestello. In tutti e due i casi, non mescolarlo al sale. Fammi sapere, ciao.

      Elimina
    2. Grazie mille... Proverò a non attivarlo prima....

      Elimina
  24. Ho fatto come dalla tua foto, dei buchi nella farina superficiale, in uno il sale e nell'altro il lievito secco asciutto.... Ti faccio sapere come è andata!!! Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Okay, incrociamo le dita, aspetto il risultato

      Elimina