Ricette con la zucca: carbonada creola



Ricette con la zucca: proviamo un piatto argentino e scopriamo nuovi accostamenti con la carbonada creola.

Con il mese di Ottobre, entriamo ufficialmente nel pieno della stagione della zucca, un ortaggio squisito, dolce e gustoso che possono mangiare anche i diabetici e coloro che seguono una dieta a basso contenuto di calorie. Ricca di caroteni, minerali e vitamine C e B, la sua polpa è versatile, tanto che qui in Italia esistono moltissime ricette con la zucca, tutte ugualmente gustose, dalla zuppa, ai minestroni, fino agli gnocchi, al forno tagliata a cubetti e persino nei dolci.

Oggi però proviamo una ricetta esotica: vi avverto, non l'avevo mai provata prima, quindi mi perdonerete se commetto qualche errore. Ad esempio, so che l'originale carbonada creola non dovrebbe avere tutto quel brodo che invece io ho lasciato. Ma tant'è, mi aspetto un po' di consigli da qualcuno che sa bene come preparare questo piatto. Nel frattempo, tuffiamoci in questa ricetta dal sapore agrodolce molto particolare.

Ingredienti per 4 persone:

Una zucca di circa 2 Kg, dalla forma il più possibile tondeggiante e simmetrica
1/2 Kg di carne di manzo da brasato
200 gr. di patate
200 gr. di patate dolci
1 cipolla
2 peperoni chili rossi
1 pomodoro ben maturo (o della polpa)
1 pannocchia di mais lessata
1 pesca
uno spicchio d'aglio
un po' di vino rosso
una foglia di alloro
Brodo di carne
Olio extra vergine d'oliva
Sale e pepe

Procedimento:

Prepariamo la zucca tagliando via il 'cappello' e scavandone l'interno, così da togliere via semi e polpa fino a circa 2 cm dalla buccia. Mettiamo da parte metà della polpa e conserviamo in frigo l'altra metà, che potrà servirci in cucina nei prossimi giorni.



Una volta che la zucca è scavata, spennelliamo l'interno con qualche goccia d'olio, saliamo, pepiamo e mettiamo in forno su una leccarda, alla temperatura di 200° per circa mezz'ora, con la parte aperta verso l'alto. Alla fine dovrebbe avere più o meno questo aspetto, la buccia si sarà leggermente rattrappita e la polpa rimasta attaccata sarà abbastanza morbida da permettere ai rebbi di una forchetta di entrare senza difficoltà. Attenti a non farla spappolare troppo, perchè quella tra poco diventerà la nostra pentola, e non vogliamo certo che perda il suo contenuto, vero?



Nel frattempo che la nostra zucca appassisce in forno, noi pensiamo alla carne. La tagliamo a cubetti di circa 2 cm e la facciamo saltare con un po' olio a fuoco vivace, aggiungiamo solo un po' di sale e la facciamo rosolare leggermente. Vedrete che per questa operazione, 10 minuti basteranno.



Togliamo la carne dalla padella e mettiamola al caldo (ad esempio tra due piatti), aggiungiamo qualche altra goccia d'olio e mettiamo a soffriggere la cipolla e il chili che avremo tritato assieme un attimo prima. Magari adesso abbassiamo un po' la fiamma.



Lasciamo appassire i due ortaggi in padella e occupiamoci del pomodoro, che taglieremo a dadini, e dello spicchio d'aglio, che schiacceremo e poi sbucceremo.


Dopo 5 minuti in padella, il chili e la cipolla avranno raggiunto il momento ideale per sposarsi con il nostro pomodoro. Quindi facciamo loro pronunciare il fatidico 'sì' e aggiungiamoli in padella seguiti dall'aglio.

La situazione adesso è questa: abbiamo una padella con chili, cipolla, aglio e pomodoro. Rimestiamo un po' con un cucchiaio o una spatola di legno, aggiungiamo un pizzico di sale e lasciamo andare per altri 2 minuti.

Anche la carne di manzo vuole unirsi alla festa, quindi cosa stiamo aspettando? Mettiamo in padella anche quella, aggiungiamo mezza foglia di alloro, sfumiamo con il vino rosso, lasciamolo evaporare e copriamo con qualche mestolo di brodo di carne bollente.


Ora copriamo con il coperchio, abbassiamo la fiamma e lasciamo che il tutto si stufi, sobbollendo per almeno 1 ora (anche un'ora e mezza). Questo è il momento giusto per una partita al nostro videogame preferito, o per dare una controllatina a Facebook. Ricordiamo solo di controllare il livello del brodo di tanto in tanto, di aggiungerne dell'altro se ci sembra che sia finito troppo presto e infine la zucca: l'abbiamo tolta dal forno, vero?

Quando l'umido di carne ci sembra pronto, uniamo le patate (sia quelle dolci che quelle normali) tagliate a cubetti, la polpa di zucca e la pannocchia precedentemente lessata, che possiamo sgranare o tagliare a rondelle come ho fatto io.



Aggiungiamo un altro po' di brodo (non esagerate come ho fatto io, se no poi dovrete cenare con la cannuccia), lasciamo stufare ancora per circa 15 minuti, aggiungiamo giusto 5 minuti prima le fette di pesca e a questo punto saremo arrivati quasi alla fine di questa preparazione.

Una volta che lo stufato sarà asciugato, versiamolo nella nostra zucca, inforniamo per altri 15 minuti a 180°/200° e portiamo in tavola la nostra carbonada creola.



Due piccole precisazioni: per queste foto ho usato una zucca oblunga, e dalla sua parte finale ho ricavato questa sorta di 'coppa'. E infine volevo scusarmi per la luce e i colori di queste foto, ma ho preparato questo piatto per cena e casa mia non è un set fotografico. 

Fatemi sapere com'è andata, se l'avete provata e se avete consigli per migliorare questa ricetta, aspetto i vostri commenti. Ciao!




Share on Google Plus

Ti potrebbero interessare anche:

    Blogger Comment
    Facebook Comment

1 commenti :

  1. ma è eccezionale!!!! non riesco a trattenere l'acquolina in bocca. le foto sono naturali, dicono tutto, troppo. BRAVOOOO!!!!!!!!

    RispondiElimina